Giulio Terzi e la Palestina stato sovrano.

Il ministro degli Esteri ha votato all’ammissione della Palestina come membro osservatore permanente alle Nazioni Unite e ce lo comunica dalla sua pagina su facebook. Si tratta di una decisione disastrosa presa alla leggera e gravida di conseguenze terribili. Continua a leggere

Annunci

La compassione. Secondo la Repubblica Islamica d’Iran.

Il seguente è un articolo di Amil Imani, il celebre autore di Operation Persian Gulf (reperibile qui e qui) e Obama Meets Ahmadinejad (reperibile qui e qui). Tradotto e pubblicato con il permesso dell’autore. La pagina web dell’autore è qui.

 

Continua a leggere

L’abito, il monaco e il mussulmano.

Tutti ormai sappiamo come i mussulmani, e fra costoro soprattutto i convertiti all’islam, tentino di affermare in tutti i modi che gli insegnamenti della loro nuova religione sono superiori a quelli di qualsiasi altra. Talvolta non si fanno scrupolo di screditare pure una certa saggezza popolare vecchia di secoli che ci insegna a diffidare delle apparenze. In effetti, a tutti noi suona familiare l’aforisma secondo il quale l’abito non fa il monaco, che interpretiamo come un’esortazione a non farci ingannare dall’aspetto esteriore delle persone con cui abbiamo a che fare. Continua a leggere

Repetita iuvant?

Questo è il testo di un messaggio che ho letto stamani, appena ho acceso il computer.

Gentilissimi sono un amico del pittore hypnos sono con la presente a segnalarvi un fatto grave avvenuto un ora fa .Un giovane ragazzo di religione mussulmana ( così’ ha dichiarato) e’ stato fermato mentre cercava di forzare la porta dello studio del Maestro Hypnos,fortuna ha voluto che nello studio dormiva un operaio che collabora con hypnos e quindi quest’ultimo ha potuto bloccare il malintenzionato.Ora pare che il ragazzo fosse stato fomentato dalle dichiarazioni di qualche ” cretino” che ha avuto la meravigliosa idea ( di attribuire ad hypnos la paternità’ di questo blog.Vi chiediamo (“perdonate i il disturbo “) di ribadire per l’ennesima volta che l’autore di questo blog ed hypnos non sono la stessa persona al fine di evitare il verificarsi di eventi anche peggiori di quelli citati in questa lettera grazie e buonanotte. Riccardo

Come richiestomi, ripeto:

QUESTO BLOG NON HA NIENTE A CHE FARE CON L’ARTISTA CHE SI FA CHIAMARE HYPNOS.

IN QUESTO BLOG SI È PARLATO UNICAMENTE DI UNA SOLA DELLE OPERE DI HYPNOS, INTITOLATA MICHAEL’S GATE, IN RELAZIONE AD UN ARTICOLO CHE SOSTENEVA CHE TALE OPERA FACESSE RISUONARE IL TAKBIR NELLA TESTA DI CHI LA CONTEMPLAVA.

QUESTO BLOG NON SI OCCUPA NÉ DELL’ARTISTA HYPNOS, NÉ DELLA SUA PRODUZIONE, NÉ DI ALCUNA FORMA DI ARTE CON L’INTENTO DI RECENSIRE O CRITICARE ALCUNCHÉ.

QUESTO BLOG CONTIENE ESCLUSIVAMENTE OPINIONI PERSONALI E NON È UNA TESTATA GIORNALISTICA. DI CONSEGUENZA, NON È UNA RIVISTA D’ARTE, NÉ PRETENDE DI ESSERLO.

L’AUTORE DI QUESTO BLOG CONDANNA QUALSIASI FORMA DI VIOLENZA AI DANNI DI COSE E PERSONE.

I tag che si riferiscono ad opera ed autore sono stati rimossi da tutti gli articoli. Se necessario, inserirò nel corpo del testo degli articoli i tag necessari per evitare che determinati contenuti siano indicizzati dai motori di ricerca.

Figli di un dio minorato.

Il pezzo sull’opera dell’artista Hypnos ha scatenato una valanga di reazioni ostili alle mia opinione, for what it’s worth direi in inglese, a proposito di un quadro che ritengo essere molto brutto, anzi orrendo. Una crosta, insomma. Al fuoco che tutto divora di tale dipinto, intitolato Michael’s Gate, ho voluto accostare una delle numerose opere dello scimpanzè Congo, attivo fra gli anni ’50 e ’60 del XX secolo. Continua a leggere