Un’orrenda aggressione per motivi d’onore. A Londra.

Questo è un articolo che tratta dei delitti d’onore commessi da mussulmani che vivono in Occidente firmato da Stephen Brown. In genere, i media veicolano l’idea che le vittime di tali crimini orrendi siano sempre le donne. In realtà, anche gli uomini possono venire uccisi per questioni d’onore. Il delitto d’onore viene di norma fatto passare per una forma di oppressione femminile che nasce da una cultura arretrata, ma, di fatto, il problema non riguarda tanto l’emancipazione femminile, quanto i valori e le credenze sui quali si fondano le società islamiche e che l’islam ha assorbito. Tali credenze e valori vengono trapiantati dagli immigrati nei ghetti culturali che creano nei paesi in cui si stabiliscono. Il testo originale, pubblicato il 28 luglio 2009, si trova qui. Continua a leggere

Il delitto d’onore secondo Ali Sina.

Da una risposta di Ali Sina ad un suo lettore. L’originale è qui.

L'attivista hassina Sarwari mostra la foto di una ragazzina di 10 anni stuprata da un mullah e salvata da un delitto d'onore panificato dalla famiglia.

L’attivista Hassina Sarwari mostra la foto di una ragazzina di 10 anni stuprata a Kunduz, Afghanistan, da un mullah e salvata da un delitto d’onore pianificato dalla famiglia.

 

Continua a leggere

Turchia: impennata di femminicidi e un uxorcida in TV.

Dopo la violenza subita dalla giovane curda di Diyarbakir, Mutlu Kaya, per il solo fatto di aver partecipato ad un talent show, c’è chi sostiene che la violenza sulle donne in Turchia sia allo stesso livello che in Italia. È veramente cosí? In questo articolo di Pinar Tremblay si racconta la condizione femminile in quel paese. Non solo le statistiche sui femminicidi sono alterate per occultare questa piaga sociale, ma è il contesto culturale che in Turchia è diverso ed in fase di rapido e progressivo degrado. L’originale, del 12 settembre 2014, è qui.

Continua a leggere

L’islam è l’ignoranza della scienza del sacro.

Di Salem Ben Ammar.

Quando una bomba è esplosa vicino all’entrata dell’aeroporto di Kabul, in Afghanistan, uccidendo almeno venti persone, mi hanno chiesto di mettere online questa rubrica di Salem Ben Ammar sull’islam dei lumi. Forse era un riferimento ai lampi delle esplosioni.

Jean Patrick Grumberg

Continua a leggere

Istruzioni su come negare il problema della violenza nell’islam.

Istruzioni su come evitare di mettere in discussione l’islam, ovvero come la maggior parte dei media ci impedisce di porre domande imbarazzanti sul Corano e sulla violenza ad esso connessa. Di Peter Townsend. L’originale è qui.

Charlie-Hebdo-Media-Playbook Continua a leggere

Muhammad, il profeta del pessimo esempio.

I cattivi insegnamenti del Corano e della Sunna ed il cattivo esempio dato da Muhammad producono da secoli drammi come quello di cui si parla in questo articolo a proposito delle spose bambine. In esso sono contenute le considerazioni di una convertita americana all’islam che ha scritto con lo pseudonimo di Americana X per timore di ritorsioni da parte dei suoi confratelli. Nel testo viene citato anche un passo del Professor Dallas M. Roark, nella parte intitolata Perché sposare una bambina è una mostruosità, in cui si descrive in dettaglio che cosa può accadere alle spose bambine, vittime della pedofilia islamica religiosamente giustificata e praticata in virtú dei precetti contenuti nel Corano e nella sunna di Muhammad.

Mohammed-7 Continua a leggere

Una manifestazione di mussulmani moderati?

Capita che all’ora di pranzo mi sieda a tavola ed accenda la TV. Non tanto per seguirla, ma piuttosto come accenderei una lampada, in questo caso parlante. Ma, chiaramente, non ogni canale mi può andar bene: mi scelgo quello che trasmette meno idiozie, meno rumore, meno repliche infinite dello stesso insopportabile show.

Locandina della manifestazione che  si presume contro l'ISIS.

Locandina della manifestazione che si presume contro l’ISIS.

 

Continua a leggere

“Mostraci la Retta Via, la Via di coloro sui quali hai diffuso la Tua Grazia […]” (Corano 1:6-7)

Un’articolo di qualche anno fa. Ribloggato in considerazione delle efferatezze dell’ISIS.

Catubrinus

Educazione islamica pratica.Ho appena fatto due chiacchiere con un giovane ex-mussulmano ora ateo. Purtroppo i fondamerntalisti e i radicali islamici debbono vivere in una dimensione a parte, visto che non si vogliono confrontare col fatto che l’islam sta perdendo seguaci e che basta guardarsi intorno per rendersene conto.

L’ottimismo dei fondamentalisti sul futuro islamico dell’Europa è incondivisibile, tanto piú che hanno un concetto arcaico del mondo e sono rimasti fermi al medioevo e allo scontro con una cristianità che oggi non esiste piú, perché essa stessa è cambiata, si è frantumata e ridimensionata e in molti casi si è evoluta. L’islam e i suoi seguaci piú ferventi lottano per un mondo ormai morto, che ormai esiste solo come ectoplasma e che condiziona le loro menti fino a farli delirare. Questo è il fanatismo islamico: delirio. Ed è per questo che, per quanto orribili siano le loro azioni, questi fanatici sono soprattutto dei…

View original post 463 altre parole